Lettura articolo

DL TRASPORTI 1 – PRIMULA 3 SERIE D

Quelli presenti domenica 1/12 al Salvatore Pomar, non possono capire come una squadra può cambiare cosi tanto in una settimana, in modo tale da fare una prestazione bruttissima ieri sera alla Palestra di Monreale nella quale le ragazze di Alfonzo Gurrieri vincono una partita giocata al 100 % pensando soltanto nella vittoria e vittoria fù ( come si dice frequentemente ). Tre set per loro Un set per le nostre ragazze, se vogliamo creare alibi possiamo dire mancavano Maria Cortese e Federica Arnone, ma sembrano alibi molto deboli perché una squadra che si prepara per giocare un campionato non può mai giustificare la mancanza di due giocatrici per giocare cosi male.. La nostra palleggiatrice Elisa Cipola, la centrale Marta Visone ed il Libero Chiara Pollina, senza reattività, potenza ne riflessi che servono per portarsi la vittoria a casa pomaralva, sembravano con la testa fuori dal campo …. il capitano Giulia Chimenti e il forte opposto Serena Rivera realizzando errori infantili non logici per una giocatrice che gioca nella Serie D, non e’ stato sufficiente l’ apporto della panchina, anche se ognuna di loro, Silvia Orfanello, Giorgia Falzone, Roberta Sciabica ( secondo libero ), Carolina Leone, hanno dimostrato che tranquillamente possono essere parte del sestetto titolare, infatti la prestazione di queste giocatrici ha accesso una luce nel ragionamento del coach come per domandarsi “ perché no “,… Federica Bruno lascia in alto il nome della squadra ha fatto tutto e di più come per creare nell’ avversario un problema, Flavia Pecora poteva considerarsi con una buona prestazione, ma, ha sbagliato tutte le battute realizzate, soltanto due o tre in campo ma con poca potenza, sempre trattandosi di due ragazzine di 14 anni….Rimane ringraziare la presenza in panchina di Sofia Senapa che non ha potuto ingressare in campo.  Insomma teniamo soltanto il ricordo positivo di una prestazione eccellente qualche giorno fa’ e cerchiamo che questa prestazione  di sabato scorso non sia un’ abitudine…